Chi sono i promotori del progetto #DigitaleinComune?

Mara Mucci, Parlamentare, e Anorc, Associazione Nazionale per Operatori e Responsabili della Conservazione Digitale

Mara Mucci

Parlamentare della Repubblica Italiana, Camera dei Deputati
Mara Mucci è nata a Bologna nell’estate del 1982 e vive attualmente ad Imola.
Laureata in informatica, nell’attività politica della deputata è evidente il riflesso della sua professionalità, con numerosi interventi ispettivi, di indirizzo e di iniziativa legislativa, votati alla digitalizzazione. Nuove tecnologie e risparmio energetico gli altri settori di proposta politica.
Eletta il 24 e 25 febbraio 2013 alla Camera dei Deputati nella circoscrizione Emilia-Romagna, portano la sua firma l’istituzione del Fondo per le startup innovative nel settore turistico, la spinta all’attività legislativa in ambito di retrofit elettrico dei veicoli, diversi interventi a tutela delle Partite Iva con tre proposte di legge in merito alla parità di diritti, maternità e regime fiscale, la proposta di legge sulla riforma dei partiti e l’attuazione dell’articolo 49 della Costituzione, sull’eutanasia e sulla parità di trattamento contrattuale tra uomini e donne nel mondo dello sport professionistico. Il governo ha accolto di recente la sua richiesta di portare al 10% l’imposizione fiscale per i birrifici agricoli.

Le sue ultime iniziative politiche vertono sul diritto alla libertà di voto referendario, prima sul cosiddetto referendum trivelle attraverso un ricorso al Tar ed ora sulla riforma costituzionale, dove sta presentando insieme ai Radicali italiani la richiesta di una consultazione per parti separate e quesiti parziali.

A livello locale è impegnata nella tutela dei diritti dei detenuti, con numerosi interventi per la regolarizzazione delle figure degli educatori all’interno dell’Istituto penitenziario minorile “Siciliani” e della casa circondariale “Dozza” di Bologna.

Semplificazione e digitalizzazione sono la mission della sua attività politica, dove applica la sua professionalità al servizio di uno Stato più efficiente e dinamico nei confronti dei cittadini.

Servizi innovativi che devono poter intervenire a tutela dei diritti della cittadinanza: diritti di accessibilità, conoscenza, partecipazione. Digitalizzazione per un miglior rapporto tra il pubblico e i servizi dello Stato.


ANORC

Associazione Nazionale per Operatori e Responsabili della Conservazione Digitale
ANORC è un’associazione senza scopo di lucro che dal 2007 mette in comunicazione e canalizza le conoscenze e i bisogni di aziende, enti pubblici, professionisti ed esperti che operano con diversi ruoli nella Digitalizzazione e Conservazione digitale.

L’associazione si fa portavoce delle esigenze di chi si occupa della gestione elettronica dei documenti, affinché questo processo – che è alla base di qualunque progetto efficace di innovazione nel pubblico e nel privato – sia gestito correttamente e in sicurezza, garantendo ai nuovi archivi fatti di bit durata e immutabilità nel tempo. A questo scopo l’associazione si impegna in prima linea nella diffusione delle conoscenze normative digitali e nel riconoscimento delle nuove professionalità che questo settore richiede.

Con quasi 400 soci, presidi in buona parte del territorio nazionale e una fitta rete di rapporti interassociativi, ANORC agisce su molteplici fronti: promuovendo la creazione di gruppi di studio tematici sulla legislazione vigente, sostenendo un confronto costante e attivo con le istituzioni centrali competenti, partecipando a tavoli di lavoro istituzionali, promuovendo attività di ricerca, intraprendendo iniziative comunicative a più livelli e organizzando percorsi formativi professionalizzanti destinati agli operatori del settore.

Alcuni dei progetti in corso

ANORC ha stilato una proposta di norma sui Professionisti della digitalizzazione documentale, presentata in UNINFO e in fase di valutazione presso la CCT di UNI; una proposta di norma sui Professionisti della privacy in fase di normazione presso la Commissione APNR di UNINFO.

ANORC partecipa, inoltre, attivamente alla Coalizione per le competenze digitali promossa dall’AgID (Agenzia per l’Italia Digitale), in seno alla quale porta avanti il suo progetto per la valorizzazione e il riconoscimento dei professionisti della digitalizzazione documentale e della privacy.

ANORC ha avviato un gruppo di lavoro con le PA centrali insieme a Corte dei Conti, INPS, INAIL, Banca d’Italia, Consob, Agenzia Industrie Difesa, MIUR, ACI e Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza, allo scopo di definire modelli di governance e professionalità utili alla gestione digitale di documenti e informazioni nella PA

Ogni anno ANORC organizza la manifestazione nazionale gratuita DIG.Eat, uno dei più importanti appuntamenti sulla digitalizzazione, attesa occasione di confronto per i principali attori del “cambiamento digitale” (PA, aziende, professionisti ed esperti). La prossima edizione dell’evento si terrà a Milano l’11 maggio (www.digeat.it)