senigallia mucci mangialardi bomprezziOggi più che positivo incontro con l’Amministrazione comunale di Senigallia. Al sindaco Mangialardi e all’assessora Bomprezzi, la deputata Mara Mucci ha portato le linee guida del progetto Digitale in Comune, trovando ascolto, competenza e dinamismo. Senigallia sarà il progetto pilota di questo impegno che vuole affiancare gli enti locali nell’opera di digitalizzazione e semplificazione dei servizi.

Insieme agli esponenti della Giunta, erano presenti tre sviluppatori di Open Municipio – Marco Scaloni, Andrea Giovannetti e Francesco Spegni – la piattaforma con cui il Comune marchigiano ha avviato i primi processi di informatizzazione e trasparenza. Raro vedere in un ente pubblico tanta caparbietà nel rendere fruibile e partecipata la propria attività amministrativa.

Le difficoltà riscontrate da sindaco e assessore nell’informatizzazione della Pa, sono le stesse che il progetto Digitale in Comune intende azzerare: problemi di formazione e attitudine all’informatica del personale, enti locali lasciati soli in questo processo con difficoltà economiche e pratiche nell’ingegnerizzare la rivoluzione digitale.

L’obiettivo è di lungo periodo, la strada sarà fatta di tappe serrate: si parte con la mappatura dei servizi e delle competenze interne.
Senigallia è un Comune di 45mila abitanti. Perfetto per dimensioni e realtà nel rappresentare la media degli enti locali italiani. Partiamo da qui. Saremo la cabina di regia tecnica che manca ai Comuni per evitare la frammentazione dei servizi informatici e creare interoperabilità.

Così l’onorevole Mucci al termine dell’incontro: “Ci ha lasciato piacevolmente colpiti l’atteggiamento del sindaco che apre le porte del suo Comune al gruppo di lavoro di Digitale in Comune”.